Nido in Famiglia “La tana dei lupetti”: Fiaba che non c’è

In conclusione di questo anno scolastico, abbiamo pensato di fare un’attività che coinvolgesse i bambini e le bambine che frequentano il tempo integrato di Idea Sociale, e i bambini e le bambine che frequentano i nostri Nidi in Famiglia.
Il risultato è una splendida fiaba raccontata dall’Educatrice Emanuela Zamuner, titolare del Nido in Famiglia “La tana dei lupetti”, sito in Casale sul Sile (TV), illustrata dai disegni fatti da alcuni bambini, delle scuole primarie, che frequentano il nostro tempo integrato.
Ringraziamo tutte le persone che hanno voluto partecipare a questa iniziativa, e salutiamo tutti i bambini e le bambine che ci hanno seguiti in questi mesi così particolari.

Un grande abbraccio a tutti!

LANCIAMI UNA STORIA

Ciao bambini.
Stanchi delle solite storie? Allora perché non inventare noi delle storie da raccontare a mamma e papà?
Magari ai nonni, agli zii, ai cugini, agli amici, a chiunque ci venga voglia?
Per farlo vi serviranno solo dei dadi (tranquilli, basterà stampare il facsimile) e tanta tanta tanta fantasia!
Così potrai inventare storie di maghi, di draghi e di re senza corona. Ma perché no, anche di alieni che devono portare l’astronave dal meccanico o di un gatto che parla!
Quindi ecco le istruzioni: stampa due dadi (più ne fai e più storie potrai inventare) e disegna su ogni faccia un oggetto, un paesaggio, un animale, una persona… quello che vuoi tu! Una volta disegnato, e se vuoi colorarlo come ho fatto io, ritaglia i dadi, piega tutti i lati e incolla le linguette. Ora non resta che giocare all’inventastorie!
Lancia i dadi almeno una volta, anche di più se vuoi, ma ricorda che più lanci fai e più difficile sarà la storia, e inventa il racconto che più ti piace.
Che ne dite di raccontare la storia anche a me? Nel modo che preferire ovviamente: raccontata a voce, scritta nel vostro Libro delle Storie, con un bel disegno, ma anche con un fumetto se vi piace.
Vi mando un grandissimo abbraccio virtuale e vi lascio uno dei miei dadi e la mia storia.
Buon divertimento!

Letizia

TANTISSIMI CERCHI!

C’era una volta un artista che amava tantissimo le forme geometriche: il quadrato, il triangolo, il rettangolo, il cerchio… Amava dipingere triangoli gialli e cerchi rossi, quadrati blu e verdi, e usava linee, punti, e tanti tantissimi colori.
Si divertiva a comporre le sue opere mettendo insieme tutte queste forme colorate e qualche volta ci dipingeva pure linee rette, oblique, spezzate e curve… insomma si divertiva da matti!
A volte usava l’acquerello, altre l’olio… ma perché non usare il collage?

Ti va di provare?

Ecco cosa ti serve:
– carta colorata (anche di riciclo);
– un foglio formato A4 (del colore che preferisci) per poter incollare i cerchi;
– forbici;
– colla;
– matita.

Procedimento:
– ritaglia tanti cerchi colorati di diversa misura, (aiutati con tappi, bicchieri, piattini e con qualsiasi cosa che possa aiutarti a tracciare un cerchio con la matita);
– disponi il cerchio più grande al centro e incolla un po’ alla volta tutti i cerchi che hai ritagliato ricordandoti che puoi sovrapporli e che non c’è una regola fissa, ma devi usare la tua fantasia!
– e voilà!

Sono curiosissima di vedere il tuo capolavoro!!!!!

A presto!
Elisa

Vassily Kandinsky, 1926 – Several Circles

UNA FAMIGLIA… ANIMALE

Ciao bambini!

Questa notte ho fatto un sogno magico… eravamo diventati tutti animali.

Animali umanizzati però: si cucinava, si andava a scuola, si giocava con la palla… e allora mi è venuta un’idea… perché non trasformiamo i componenti delle nostre famiglie in animali????

Divertentissimo poter vedere i nostri cari in un modo bizzarro.

Correte a prendere un bel foglio, dei colori e tanta fantasia.

“A quale animale sento di assomigliare?”, “quale animale mi piacerebbe essere?”, “la mia mamma quale animale mi ricorda?”, “a quale animale è più simile il mio papà?”… ovviamente questi pensieri e domande li potete estendere anche ai nonni, agli zii, ai cuginetti e a chiunque sentiate parte delle vostre famiglie!

Una volta pensate queste somiglianze disegnate la vostra famiglia animale sul foglio.

Se poi avete voglia di inviarci i vostri disegni ne sarei davvero felicissima perché sono proprio curiosa dei capolavori che potreste fare.

A presto, Federica!

VIVA LE PAROLE!!!!

Ciao bambini!
Oggi voglio proporvi un’attività semplice ma divertente.
Vi basterà racimolare in giro per casa delle confezioni di cartone (contenitori della pasta, dei cereali, cartoni della pizza e chi più ne ha più ne metta!) oppure dei vecchi giornali, un paio di forbici, della colla stick e una buona dose di fantasia che a voi sicuramente non manca.
Ritagliate quindi dalle scatole quante più scritte è possibile, così come ho fatto io. Poi scegliete quelle che vi colpiscono di più e divertitevi ad usarle per inventare una filastrocca o una storiella.
Potete incollarle su un foglio bianco oppure sulle pagine di un quaderno che potrebbe diventare il vostro personale “libro delle storie”.
Potreste poi raccogliere tutte le parole ritagliate in una scatola di cartone che potrete decorare trasformandola in uno “Scrigno delle parole” e poi magari invitare mamma e papà a giocare con voi all’Inventastorie: ogni giocatore estrae dallo scrigno cinque parole e inventa con quelle una storiella divertente. Che ne dite? Allora aspetto di leggere le vostre creazioni e ammirare il vostro personalissimo e magico scrigno delle parole!
Potete trovare le mie realizzazioni nei padlet della vostra scuola.
Un abbraccio! Vi aspetto al prossimo post!

Michela

ENGLISH CORNER

Ciao bambini, la maestra Katia ha pensato a un indovinello per voi.. siete pronti?
Guardate bene queste immagini e provate a indovinare! Trovata la risposta?
Potete anche trovarla nei Padlet della vostra scuola.

Un saluto, Katia

COSA RACCONTANO I TUOI LIBRI?

Ehi bambini!! Ciao a tutti!
Nell’attesa di poter ritrovarvi insieme ai vostri amici e combinare un sacco di cose con loro, vi chiedo una cosa: immagino che voi abbiate un sacco di libri a casa e che, magari, in questi giorni, in cui tutti dobbiamo stare a casa, li abbiate letti o guardati tante volte. Ma lo sapete che anche a loro piace stare in compagnia dei loro amici libri? Sì, sì! E sapete che anche loro combinano insieme un sacco di cose? Yesss! Provate!
Prendete un po’ di libri e leggete il titolo, solo quello! E con tutti i titoli che avete scelto, provate a comporre una piccola poesia, una frase, una storiella, ecc., senza cambiare una parola. Non serve scrivere (se volete sì!), ma se li mettete uno sopra l’altro, in ordine, con i titoli che si vedono dal loro dorso, fotografateli e inviate la foto.
Ecco un esempio:

Una strana giornata, Ruti vuole dormire a Boscomignolo.
IO ne ho messi 3, ma voi potete usarne anche di più, al massimo 6.
Avanti allora, divertitevi e fate divertire i vostri libri

Buon divertimento e mi raccomando… una volta finito, si riordina!!

CIAO BAMBINI!!!

Paola

CARTA BIANCA…

Spazio alla fantasia

Ciao bambini!! Ma voi lo sapete che cos’è la carta bianca? Ma soprattutto cosa vuol dire? La carta bianca non è solo il foglio che si mette nella stampante; ha anche un significato di libertà. Libertà di fare e di pensare. Sulla carta si può scrivere, disegnare, si può usare per decorare e creare forme infinite. Il limite è la vostra immaginazione.

Io ho creato un percorso con rampe, tunnel e ostacoli dove far rotolare palline di carta.

E VOI?? Cosa sapete fare con la carta? Decorare le matite del vostro astuccio? Creare degli origami? Qualunque cosa vi venga in mente, siamo curiosi di sapere cosa sia. Provate e inviateci le vostre creazioni. Se non vi viene in mente nulla, non preoccupatevi, YOUTUBE potrebbe darvi qualche spunto.

Buon divertimento e mi raccomando… una volta finito, si riordina!!

CIAO BAMBINI!!!

Tommaso

­­SUPER – EROI… DI TUTTI I GIORNI!!!!

Ciao bambini e bambine, oggi vi propongo una Super attività!
Vi servono uno o più fogli bianchi, una matita, pastelli o pennarelli se vi piace colorare!
L’idea è di cominciare conoscendo PIP: un cucciolo di cane dal coraggio e dalla volontà ineguagliabili!

Non è il solito Supereroe, vero?!
L’esempio di questo cagnolino ci fa capire che le nostre azioni sono Super-Importanti anche senza Super poteri.
Possiamo essere Eroi tutti i giorni con piccoli gesti quotidiani che aiutano chi è intorno a noi: fratelli/sorelle, mamma e papà, nonni, maestre e compagni di classe, allenatori e compagni di squadra, animali e l’ambiente.

Pensate a una situazione in cui vi siete trasformati in Eroi!
Forse qualcuno era in difficoltà e siete stati proprio voi a salvarlo!
Potete creare un FUMETTO della storia con personaggi, luoghi, problema e soluzione.

Un piccolo pensiero agli EROI DI TUTTI I GIORNI:

i medici e tutti gli operatori degli ospedali, la Protezione Civile, l’Avis e i donatori di sangue che aiutano a salvare vite; l’Esercito e tutte le forze dell’ordine che permettono ai cittadini di convivere rispettando le regole.

Se avete piacere potete inviarci le vostre bellisime creazioni perchè noi siamo delle educatrici curiose! Un abbraccio!!! A presto!!!

Sara P.

C’ERA UNA VOLTA

Ciao bambini e bambine, vi ricordate di quando eravate più piccoli? C’era qualche oggetto in particolare che vi piaceva? Un peluche che veniva a dormire con voi? Un ciuccio dal quale non vi separavate mai?

Io ho frugato tra gli scatoloni e ho trovato un coniglietto giallo che portavo sempre con me da bambina, il suo nome è Tappo e l’ho trovato in un uovo di Pasqua, quante ne abbiamo passate io e lui!

E voi? Rovistate in soffitta, nei cassetti, nei vostri posti segreti e mandateci la foto di qualcosa che vi piaceva molto quando eravate più piccoli e se ne avete voglia spiegateci perché, così potremo costruire una bacheca dei ricordi!

Un saluto da Giada!

DA BAMBINI… A BAMBINI!!

 
👋🏻 Ciao bambini,
oggi vi chiediamo un aiuto speciale! Le educatrici dei Nidi in Famiglia di Idea Sociale vorrebbero raccontare una storia ai più piccoli, per far sentire la loro vicinanza anche attraverso dei video.
Ma a questa storia mancano delle immagini e quindi chiediamo il vostro contributo per rendere più coinvolgente questo racconto.
Avete voglia di aiutarci con la vostra fantasia?
 
Ci servirebbero dei disegni di:
🏰 Un castello;
🌲 Un bosco;
🤴🏻 👸🏻 Un re/regina;
🧚🏻‍♀️ Una Fata;
🧙🏻‍♀️ Una Strega;
🧝🏻 Dei Folletti;
🧟 Un Orco;
🐺 Un Lupo;
🐉 Un Drago;
👾 Un Mostro peloso;
🐸 Delle Rane.
 
🖌 Sono molti è vero, ma scegliete quelli che preferite e… spazio all’immaginazione!
I bambini del Nido sono curiosi di ascoltare la storia accompagnata dai vostri splendidi disegni. Siete curiosi anche voi?
Non vi preoccupate, il video sarà presto disponibile per tutti.

MINI STORIE FAI DA TE

Storie straordinarie di oggetti quotidiani

Ciao bambini! Avete mai pensato che forchette, presine e caffettiere possono essere protagonisti di storie appassionanti? E che forse il vostro cavatappi è stufo di stare chiuso nel cassetto della cucina e sogna un ruolo da grande star del cinema? No? Non ve lo immaginavate proprio?

E allora date un’occhiata a questa breve “fiaba fatta in casa” da Stivalaccio Teatro (per il cartellone digitale del Teatro Stabile del Veneto #unastagionesulsofa).

Foto da Dmail.it

Si intitola “I tre fratelli” e ha dei protagonisti decisamente particolari:

Se anche voi volete provare a “fare i registi” e a raccontare una “mini storia fai da te”, ecco alcuni suggerimenti:

  1. Scegliete una stanza della vostra casa e un’ambientazione: la cucina, il bagno, il salotto; la tavola apparecchiata, la dispensa, la doccia, la vostra scrivania, ecc …
  2. Scegliete i vostri “attori”: mestoli, caraffe, apriscatole, barattoli, bottiglie, posate, ma anche carote, patate, limoni, banane, spazzole, spugne, rotoli di carta igienica, saponette, profumi… Guardatevi attorno e lasciatevi ispirare! (Forse anche dentro il vostro astuccio potrebbe nascondersi qualche nuovo talento…?)
  3. Riunite gli attori e preparate la scena.
  4. Raccontate la vostra mini storia: può essere inventata da voi oppure la vostra fiaba preferita.

Siete pronti? CIACK! SI GIRA!

Se avete voglia di condividere le vostre mini storie con noi, fateci avere i vostri racconti, le locandine che disegnerete o le foto di scena che scatterete ai vostri “attori”. E se vi sentite pronti a diventare dei veri registi, invitate mamma e papà a farvi da assistenti, filmate assieme a loro la vostra mini storia e inviateci i vostri video! Chissà a quali storie avvincenti state già pensando …

Io sono super curiosa e non vedo l’ora di ricevere i vostri messaggi e le vostre “mini storie fai da te”!

Un saluto da Cinzia!!!

OHANA – UNA GRANDE FAMIGLIA

Ciao bambini,

oggi voglio proporvi questa attività per sentire più vicini i vostri amici.

Nel film Lilo e Stitch, viene usata la parola “Ohana che significa famiglia, e famiglia significa che nessuno viene abbandonato o dimenticato”

La vostra famiglia stretta è composta dai vostri genitori, fratelli e sorelle, nonni, zii, cugini. Ma la famiglia si può allargare ai vostri amici e diventare così una GRANDE famiglia.

Iniziamo!

In un foglio bianco (o colorato) disegnate la sagoma della vostra mano e all’interno scrivete la parola OHANA, la mia GRANDE famiglia. Nelle dita mettete tutti i gruppi delle persone che possono far parte della vostra GRANDE famiglia; ci saranno la vostra famiglia, i vostri amici, i vostri compagni di classe, i vostri compagni di squadra, ecc. Dalle dita cresceranno delle piccole foglie dove all’interno scriverete i nomi delle persone che appartengono a quel gruppo, quindi ad esempio nel dito degli amici ci sarà la foglia con il nome del vostro amico Andrea, la foglia con il nome della vostra amica Giulia, ecc.

In questo modo ci saranno tutte le persone a cui volete bene e che fanno parte della vostra famiglia allargata.

Infine, se avete piacere potete inviarci le vostre bellissime creazioni perché noi siamo delle educatrici curiose! A presto!!!!

Un saluto da Sara!!!

Guarda qui il video.